Contributi a fondo perduto e nonInformazioni utiliRistorazioneStrutture ricettive

FVG nuovi contributi a fondo perduto turismo

FVG Contributo a fondo perduto per le aziende del turismo. Con la Legge Regionale 3/2020 all’articolo 5.1, la Regione delibera dei contributi a fondo perduto da erogare alle imprese che hanno subito dei danni per la pandemia in corso. In particolare, gli aiuti sono rivolti ai soggetti operanti nel settore del turismo, ricettivo, spettacolo e sport, le cui attività abbiano subito una forte riduzione o chiusura.

A CHI SI RIVOLGONO I SOSTEGNI

Sono soggetti beneficiari del contributo le imprese che abbiano sede operativa o legale all’interno del territorio della Regione e che abbiano subito la chiusura o una significativa contrazione delle attività a seguito delle disposizioni emanate dai provvedimenti governativi e regionali nell’arco dell’ultimo trimestre dell’anno 2020.

Le attività che beneficiano di tale contributo sono elencate nell’Allegato A e suddivise per codici ATECO come da DGR 1718/2020.

Le aziende beneficiarie devono essere iscritte al Registro delle imprese o in subordine devono essere:

  • iscritte nel Repertorio economico amministrativo;
  • iscritte negli albi, registri, elenchi delle guide, accompagnatori turistici, guide ambientali e naturalistiche, guide alpine, maestri speleologi e di alpinismo;
  • iscritti all’elenco dei B&B o affittacamere conservato presso la Direzione centrale competente in materia di turismo;
  • associazioni sportive dilettantistiche.
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E TEMPI

Per poter fruire dei sostegni si può presentare la domanda a partire dalle ore 09:00 del 18/11/2020 alle 18:00 del 26/11/2020.

Le domande di contributo devono essere spedite alla Direzione centrale delle attività produttive a mezzo del sistema IOL (Sistema Istanze OnLine) a partire dalle ore 09:00 del 18/11/2020 a mezzo del link pubblicato nella pagina della Regione.

La Regione inoltre mette a disposizione anche dei moduli per la presentazione della domanda da parte di un soggetto delegato con procura.

Ai fini della regolare trasmissione della domanda i soggetti dovranno presentare l’attestazione del versamento di una marca da bollo di Euro 16,00 prima della presentazione della domanda.

Farà fede sulla validità il versamento provato dal numero della marca da bollo o dalla data di versamento se effettuato con modello F23. A tale disposizione possono astenersi le organizzazioni esenti ai sensi della legge 266/91 sulle organizzazioni di volontariato.

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Il contributo viene erogato solamente a mezzo bonifico bancario per un importo a fondo perduto da 650 a 4.800 Euro al lordo della ritenuta d’acconto, secondo quanto riportato nell’Allegato A.

Per codice ATECO si richiede il Codice ATECO prevalente/primario dell’attività, le cui prestazioni devono essere svolte all’interno del territorio regionale. Le imprese inoltre devono essere attive al momento della presentazione della domanda.

Tutte le aziende che avessero presentato la domanda per il contributo a fondo perduto relativo all’art. 5 della legge regionale 3/2020 attuata con deliberazione n. 779 del 29/05/2020 e n. 995 del 03/07/2020, non dovranno presentare alcuna domanda ulteriore.

Esse saranno iscritte automaticamente nell’elenco dei beneficiari, salvo controllo sui requisiti per fruirne, dovranno comunicare via PEC all’indirizzo economia@certregione.it i dati bancari dell’azienda.

I presenti contributi sono stati messi a disposizione applicando la sezione 3.1 del Quadro temporaneo per le misure di Aiuti di Stato a sostegno dell’economia nell’emergenza Covid come da Comunicazione Europea n. 1863 del 19/03/2020.