Senza categoria

Piano Italia Cashless

Il Piano Italia Cashless promuove i pagamenti digitali per dare una spinta importante al Paese al fine di progredire nell’evoluzione digitale e contrastare l’evasione fiscale.

Il pagamento digitale è stato molto rivalutato ed utilizzato dai cittadini durante il periodo di lockdown attraverso gli acquisti online ed anche presso gli esercizi commerciali. Esso ha trovato ampio riscontro per i suoi vantaggi quali:

  • sicurezza in quanto non vi è il contatto diretto come con il contante il quale diventa veicolo di trasmissione di batteri;
  • velocità poiché in pochissimo tempo si possono trasferire e ricevere somme di denaro di qualsiasi entità senza dover effettuare richieste ed attendere giorni per l’accredito;
  • e-commerce sono un supporto fondamentale per l’espansione economica online delle imprese, questo garantisce anche alle aziende la possibilità di espansione della platea di consumatori.
ENTRATA IN VIGORE DEL PIANO

Il Piano Italia Cashless parte dal 01/12/2020 e si concluderà nel 2025. Esso prevede molteplici campagne come:

  • la lotteria degli scontrini,
  • l’abbassamento del tetto massimo per l’utilizzo del contante,
  • l’incentivazione dell’utilizzo della moneta elettronica,
  • detrazioni fiscali per coloro che pagano con moneta elettronica,
  • il Bonus Pos per gli esercenti;
  • un’esenzione fiscale fino all’8% per i buoni pasto elettronici.

Esaminiamo tutti i principali punti del Piano Italia Cashless

LOTTERIA DEGLI SCONTINI

La sua partenza è stata posticipata al 01/01/2021 a seguito della pandemia in corso. Essa prevede la possibilità da parte dei consumatori di accedere ad una lotteria con estrazioni settimanali, mensili e semestrali a seguito dei pagamenti effettuati con moneta elettronica.

Per avere tutti i dettagli collegati alla sezione del Blog Lotteria degli Scontrini.

RIDUZIONE DEL TETTO MASSIMO DEL CONTANTE

Per disincentivare l’utilizzo della moneta contante da parte dei consumatori e contrastare l’evasione fiscale, lo Stato, attraverso il Piano Italia Cashless,  ha deciso di ridurre il tetto massimo dell’utilizzo del contante.

A partire al 01 Luglio 2020 il limite massimo per le transazioni in contanti è fissato per € 2.000,00 mentre a partire dal 01 Gennaio 2021 subirà un abbassamento a € 1.000,00.

DETRAZIONI FISCALI PER PAGAMENTI ELETTRONICI

A partire dal 01/04/2020 si può beneficiare di una detrazione pari al 19% sull’IRPEF per i pagamenti in formato elettronico (eccetto per le spese di medicinali e le prestazioni sanitarie), tale detrazione decade qualora il pagamento avvenga in contanti.

BONUS POS – CREDITO D’IMPOSTA PER GLI ESERCENTI

Per tutti gli esercenti e professionisti a partire dal 01/07/2020 è disponibile il Bonus Pos.

L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 124 del 26/10/2019 riconosce un credito d’imposta pari al 30% delle commissioni addebitate dal 01/07/2020 per le transazioni eseguite a mezzo pagamento elettronico.

Le condizioni essenziali per accedere al bonus sono:

  • l’esercente non deve avere un rapporto tra ricavi e compensi superiore ad € 400.000,00 in relazione all’esercizio precedente;
  • i pagamenti elettronici devono provenire da consumatori finali.
  • non sono considerati nel conteggio del credito tutti gli incassi elettronici provenienti ad aziende e professionisti che abbiano Partita Iva e codice Fiscale composto da 16 caratteri anche se considerati “consumatori finali”
COME OTTENERE IL CREDITO

Il credito viene richiesto all’Agenzia delle Entrate a mezzo dello SDI (Sistema di Interscambio) fornendo i seguenti dati:

  • codice fiscale dell’esercente;
  • anno e mese di addebito delle commissioni
  • numero totale delle operazioni di pagamento effettuate nel periodo d’esame;
  • numero totale delle operazioni di pagamento rilevate nel periodo d’esame attribuibili a consumatori finali;
  • importo totale delle commissioni addebitate per le operazioni di pagamento dei consumatori finali;
  • ammontare dei costi fissi periodici che inglobino un numero variabile di operazioni in franchigia (anche se includano il canone per la fornitura del servizio).

Il credito può essere utilizzato con modello F24 esclusivamente in compensazione a partire dal mese successivo a quello di sostentamento della spesa. Esso deve essere comunque indicato in dichiarazione dei redditi e non concorre alla formazione del reddito.

INCENTIVARE L’UTILIZZO DELLA MONETA ELETTRONICA

Al fine di promuovere le transazioni elettroniche gli esercenti avranno, per i micro pagamenti in formato elettronico fino a € 5,00 saranno applicate zero commissioni attraverso un protocollo dedicato.

Per i pagamenti elettronici tra i 10,00 ed i 25,00 € si sta vagliando la possibilità di ridurre o azzerare le relative commissioni. Per tale fascia di incassi l’Agenzia delle Entrate non ha predisposto un preciso protocollo ed è a libera scelta dei gestori delle carte.

CASHBACK

Il Piano Italia Cashless, attiva inoltre per i consumatori attiverà l’operazione Cashback.  L’operazione partirà dal 1° Dicembre e prevede la restituzione del 10% di quanto speso presso i punti vendita e sono esclusi gli acquisti online. I rimborsi sono erogati su base semestrale con dei limiti nel valore e nel numero delle transazioni.

Per avere diritto al rimborso sono necessarie almeno 50 transazioni a semestre per una spesa complessiva di € 1.500,00.

I consumatori possono ricevere un rimborso che va fino a 150 € semestrali e € 300 annuali.

Il sistema utilizzerà la medesima piattaforma IO, la medesima utilizzata per il bonus vacanze. L’utente si registra a mezzo dello SPID specificando:

  • codice fiscale;
  • le carte o le app che utilizzerà per i pagamenti (non possono essere indicate quelle appartenenti ad un’attività);
  • l’IBAN dove vuole ricevere il rimborso che verrà rilasciato a febbraio 2021.
SUPER CASHBACK

A partire dal 1° dicembre si attiverà anche il piano Super Cashback che prevede un premio di € 3.000,00 riconosciuto a 100.000 cittadini che utilizzino maggiormente gli strumenti di pagamento elettronici.

Per questo premio saranno valutate il numero delle operazioni totali eseguite con moneta elettronica e il raggiungimento del tetto massimo annuale fissato a € 3.000,00.

Per controllare il proprio stato di avanzamento nella graduatoria finale basterà accedere alla propria area riservata dell’applicazione IO.